fbpx

Office 2010 alle battute finali

office 2010

Office 2010, è quasi la fine

Dieci anni: tanto è durato il regno di Office 2010, la popolarissima suite Microsoft che integrava una serie di strumenti utili alla produttività di aziende e privati rilasciata ufficialmente nella sua primissima versione (solo per utenti business) il 12 maggio 2010. Diverse erano le novità che proiettavano questa nuova versione di Office nel futuro. Innanzitutto la retrocompatibilità: diventava possibile produrre documenti che fossero leggibili anche da versioni Office precedenti. Per la prima volta Word implementava alcune funzioni utili alla creazione di siti web 2.0, ma era un po’ tutta la suite ad essere fortemente web oriented (OneNote, ad esempio, consentiva per la prima volta la modifica online dei documenti). Si tratta inoltre del primo Office ad essere rilasciato a 32 e 64 bit. A livello visivo, era l’interfaccia denominata ribbon a costituire un vero punto di rottura con il passato.

Tutto sommato un prodotto invecchiato abbastanza bene, con delle features che, versione dopo versione e aggiornamento dopo aggiornamento, sono arrivate quasi indenni fino a noi. Si sa però che per Microsoft niente è per sempre, neanche i prodotti di successo. Per questo motivo è stata annunciata la data che segnerà la fine del supporto a Office 2010 e quindi, di fatto, quella che in informatica viene chiamata end of life. Era successo recentemente di dover dire addio a un prodotto a cui eravamo affezionati, quel Windows 7 che ci ha salutati a gennaio.

13 ottobre 2020, save the date

È il 13 ottobre 2020 la data scelta per terminare ufficialmente la vita di Office 2010. Ma cosa significa end of life? Non vuol dire che il programma smetterà di funzionare sulle macchine su cui è ancora installato. Piuttosto (riportiamo fedelmente dal sito ufficiale) questo è quello che accadrà:

  • Microsoft non fornirà più supporto tecnico, correzioni di bug o correzioni di sicurezza per le vulnerabilità di Office 2010 che possono essere segnalate o scoperte successivamente. Ciò include aggiornamenti di sicurezza che possono aiutare a proteggere il PC da virus dannosi, spyware e altri software dannosi.
  • Non si riceveranno più gli aggiornamenti del software di Office 2010 da Microsoft Update.
  • Non si riceverà più supporto tecnico tramite chat o telefono.
  • Non verranno forniti ulteriori aggiornamenti del contenuto e la maggior parte del contenuto della Guida verrà ritirato.
  • Non sarà più possibile scaricare Office 2010 dal sito Web Microsoft.

Attenzione soprattutto al primo punto: diventando ufficialmente obsoleto, Office 2010 potrebbe costituire una backdoor (porta di ingresso nascosta) al pc che ancora lo ospita, consentendo l’installazione occulta di software malevolo. Del resto, gli aggiornamenti continui servono principalmente a questo, ovvero a correggere le piccole-grandi falle di sicurezza che tutti i programmi hanno. Non esistendo più questi aggiornamenti, Office 2010 non garantisce più la sicurezza dell’ambiente in cui opera. Inoltre, non è più obbligatorio realizzare gestionali e applicativi che siano compatibili con Office 2010, per cui se state pensando di dotarvi di un nuovo software o un nuovo CRM per la vostra attività, potreste riscontrare problemi di compatibilità.

Cosa fare ora?

La risposta è molto semplice: aggiornarsi! Il grande anticipo con cui questa notizia viene annunciata vi consente di avere tutto il tempo per individuare la soluzione che fa al caso vostro per sostituire Office 2010 sulle macchine della vostra azienda. Ad esempio, potreste orientarvi su Microsoft 365, la nuova suite di produttività di cui vi avevamo già accennato quando abbiamo approfondito Teams (che fa appunto parte di Microsoft 365). Non aspettate l’ultimo momento: i prezzi dei software potrebbero aumentare con l’avvicinarsi del 13 ottobre, perché la domanda inevitabilmente aumenterà. Restare aggiornati è fondamentale per preservare l’operatività e la produttività dell’azienda e per mantenere la rete interna e il parco macchine efficiente e in buona salute.

Cosa non fare?

Non cedete alle super offerte che da ora in avanti troverete per Office 2010. È piuttosto normale vedere le licenze vendute a prezzo stracciato, dal momento che si tratta di un prodotto praticamente quasi “morto” e qualche rivenditore potrebbe volersi disfare di qualche stock ancora a magazzino. Peggio ancora, potrebbe anche trattarsi di malware o programma ostile “travestito” da grande occasione. Lasciate quindi perdere e non fatevi ingannare da prezzi vantaggiosi che in questi casi nascondono sicuramente qualcosa.

Se avete bisogno di un preventivo per la sostituzione del vostro Office 2010 o anche per delle informazioni o progettazioni specifiche, ormai sapete di poterci in qualsiasi momento contattare. In breve tempo avrete una consulenza o un preventivo gratuiti, per aiutarvi a valutare la migliore soluzione al momento presente sul mercato tagliata su misura per le esigenze della vostra azienda.