Lo sappiamo, ce lo siamo detti molte volte: il cambio operatore telefonico è spesso un problema. Nonostante sia una procedura più che rodata (la possibilità fu introdotta nel 2002), c’è sempre l’eventualità che qualcosa vada storto. Tanto nel fisso quanto nel mobile, moltissimi rinunciano per il timore di avere dei problemi e si ritrovano quindi ad avere a che fare con fatture incomprensibili ed esose, spesso piene di servizi obsoleti o mai pienamente utilizzati, che però pesano sul totale. Noi di Uniontel abbiamo un’alternativa che può porre fine a molti dei mal di pancia generati da una gestione della telefonia aziendale più dettata dalla paura che dalla convenienza. Vi spieghiamo perché la vostra azienda dovrebbe affidare il parco sim a Welcome Italia in 4 semplici punti (più uno), per una telefonia mobile più semplice e conveniente.

Una fattura trasparente

La fattura Welcome Italia è chiara e trasparente. Non ci troverete mai dentro dei servizi strani che non avete mai richiesto o delle diciture incomprensibili. Solo e soltanto il traffico che avete generato, senza giri di parole o altre sorprese, esposto in maniera chiara. Se poi volete oscurare alcuni dati del traffico in modo che siano visibili solo ad alcuni ruoli aziendali (ad esempio il CEO o l’amministrazione), non c’è alcun problema. È sufficiente farne richiesta.

Una gestione autonoma delle sim

Le sim Welcome Italia si gestiscono in maniera totalmente autonoma tramite uno strumento rivoluzionario che si chiama Sim Manager. Si tratta di un pannello dedicato nell’Area Clienti tramite il quale è possibile monitorare in tempo reale tutto quello che riguarda le sim: tariffa, consumi, soglie, portabilità, è tutto visibile e modificabile. Il Sim Manager consente anche di poter temporaneamente sospendere le sim che non sono in uso, che smettono così di generare fatturazione ma restano a disposizione in caso di nuova necessità: questa è una possibilità che solo Welcome Italia dà ai propri clienti.

La portabilità è semplice e veloce

Portare un numero mobile in Welcome Italia è semplice e veloce. Tutto quello che serve è l’ICCID (il codice di 19 cifre riportato sulla sim, quello che inizia per 8939), il nome e cognome dell’intestatario e naturalmente il numero di telefono da portare. Ultima informazione importante, occorre specificare se il contratto dell’operatore che state per lasciare è abbonamento o ricaricabile (come riconoscerlo? Guardate la fattura: se compare la tassa di concessione governativa, anche scontata, è un abbonamento). Tutto qui! Se lo desiderate, potete inserire la vostra richiesta di number portability, o mnp, in tutta autonomia dal Sim Manager. Dopo tre giorni lavorativi il numero sarà importato. E se si verifica qualche errore, non preoccupatevi: sempre tramite il Sim Manager, vedrete cosa è successo e tutte le azioni necessarie per correggerlo.

Copertura affidabile

La copertura è totalmente affidabile. Welcome Italia, infatti, è un MVNO (non sapete cosa vuol dire questa sigla? Ve lo spieghiamo qui) che utilizza la rete di TIM. Se nella vostra zona la ricezione TIM è buona, lo sarà anche quella di Welcome Italia. Le antenne del primo operatore mobile nazionale al momento raggiungono il 99% della popolazione, ma se domani Welcome dovesse individuare un partner tecnico più economico e performante? La vostra sim è già pronta per accoglierlo, non dovrete cambiare nulla.

Ovviamente, non ci sono solo queste quattro ragioni, ma tante di più. Questa è solo una parte dei motivi per cui Welcome Italia è una scelta al passo con i tempi che garantisce le migliori performance tecniche unite a costi contenuti e sempre controllabili.

…e l’ultimo motivo?

Avete mai provato a chiamare il servizio clienti del vostro gestore mobile? Questo, per molti, è un vero e proprio tasto dolente. Attese infinite, operatori impreparati oppure stranieri che capiscono poco l’italiano, tempi biblici per risolvere un problema….ma anche in questo, Welcome Italia è differente. Il 145 risponde in tre squilli e sempre e solo dall’Italia. Non ci credete? Provate!