Di cloud ibrido abbiamo già parlato qui: si tratta di una soluzione tra le più sicure e innovative per prestazioni e resilienza. Da una parte si appoggia internamente all’azienda su macchine di proprietà (il cosiddetto corporate cloud), mentre dall’altra gira su strutture di terze parti. In questo modo si crea un cloud “a strati”, in cui le informazioni più delicate hanno gradi di protezione superiori senza rinunciare alla flessibilità e all’efficienza. Caratteristiche che il cloud ha saputo dimostrare di avere soprattutto quest’anno con l’adozione massiva di procedure di smartworking, diminuendo la vulnerabilità dei sistemi e facendo risparmiare alle aziende eventuali costi per fermo e ripristino.

Read More