Sono molto lontani i tempi del dualismo TIM/Omnitel. Risale alla metà degli anni 90, l’epoca del boom della telefonia mobile, l’alternanza tra questi due storici soggetti che hanno fatto da apripista a un business dai numeri stellari. Era possibile riconoscere a quale operatore appartenesse un’utenza semplicemente tramite il numero di telefono: se il prefisso era 33X era TIM, se 34X Omnitel. Ulteriormente, se il numero era a sei cifre dopo il prefisso 33X si trattava di un TIM con tecnologia TACS, mentre se era a sette cifre funzionava in GSM. Bisognava attendere il 1997 e l’arrivo di Wind per rompere il duopolio e addirittura il 2002 per la portabilità dei numeri tra operatori, evento che segnò una piccola rivoluzione.

Read More